//Incolla il seguente codice all interno del tag del tuo sito // //(*Nota..Se questo codice e gia inserito nell header,non incollarlo nuovamente!) powered by www.importexplosion.com //
Vivi alla Grande, Vivi come davvero meriti!

Il senso di colpa porta con sè un messaggio che può esserti utile per agire diversamente in futuro e non trovarti più in situazioni simili.
Individua il messaggio positivo nascosto nel senso di copa che provi e poi concentrati su quello, mettilo in pratica e lascia andare le emozioni negative perchè a quel punto sono solo “masochismo”. Quando sai come poter fare diversamente la prossima volta, non ti serve più massacrarti…anzi a quel punto la cosa migliore è perdonarti, voltare pagina e andare avanti più forte e consapevolie di prima!
Qualunque errore può divenire una grossa opportunità di crescita!

Comments

3 Responses to “Mi sento in colpa per un grosso errore che ho commesso..come faccio a stare un pò meglio?”

  1. Aliquis on November 8th, 2011

    Sono parole giustissime. Ma il problema è che io
    ho commesso un errore lavoartivo, di entità media
    credo, che di solito commette un principiante e non una persona che ha un’ esperienza ventennale.
    Credo che sia successo perchè in quel momento ero
    emotivamente debole a causa di uno stress prolungato. Ma nonostante tutto non riesco a giustificarmi; dipende anche questo da una forte tensione dovuta al concentrarsi simultaneo di
    problemi diversi che mi creano una grande ansia.
    Avevo ritrovato una certa pace interiore pensando
    al fatto che io comenque, nonostante i miei problemi, avevo comunque la coscienza a posto
    perchè ho sempre fatto tutto ciò che mi era
    possibile fare. Ma adesso, dopo aver ceduto alle
    astuzie di un rappresentante che mi ha convinto ad acquistare subito un oggetto che non venderò mai (non mi succedeva da 15 anni) io non riesco a
    perdonarmelo. Ogni errore contiene un messaggio positivo per il futuro. Giusto. E sarà pur vero
    che niente si ripete mai in modo uguale; ma rimane comunque il fatto che ho ripetuto un errore già commesso in un lontano passato,
    errore reso più acuto dalle mie difficoltà attuali, ed è acuto indipendentemente dalla
    sua entità. Sono sempre stato caratterialmente
    fragile, ho cercato di superare la fragilità, ma
    ogni tanto riaffiora e quando succede posso
    cadere vittima di qualche furbizia, e subito dopo mi sento in colpa per non essere riuscito
    a difendermi.

  2. Aliquis on November 9th, 2011

    Bè, voglio aggiungere un discorso linkato
    da un altro blog:

    Uno degli scopi del tuo percorso di crescita personale è quello di liberare la tua vera natura, eliminando i condizionamenti e le sovrastrutture che puoi aver accumulato.

    Infatti, non puoi raggiungere felicità e saggezza! se non trovi prima chi sei davvero, i tuoi veri talenti e il modo per metterli al servizio degli altri.

    In questo cammino abbiamo a disposizione molti strumenti. Ma a volte le cose che sembrano utili non lo sono affatto.

    I sensi di colpa, per esempio.

    In molti, quando ritengono di aver commesso un errore, si sentono in colpa, non si perdonano e continuano a ripensarci e rimuginarci su, causando a se stessi sofferenza e dolore.

    Bene, ci è utile tutto questo? Ci aiuta a migliorarci?

    No. Il senso di colpa non serve a nulla, se non a tenerci legati al passato, fissati in uno stato di sofferenza inutile che non ci aiuta a crescere né a diventare migliori.

    Il desiderio di miglioramento è sempre una cosa buona, ma quello che c’è dietro i sensi di colpa, attenzione, non ha niente a che vedere con la crescita personale: è piuttosto una autopunizione per gli errori commessi.

    In questo modo, non solo rimaniamo fissati sul quel singolo momento passato e ci impediamo di vivere nel presente, ma restiamo anche bloccati su pensieri negativi (e conseguenti vibrazioni negative) che ci fanno perdere energia fisica, mentale e spirituale.

    L’atteggiamento giusto e sano verso gli errori è quello di ammetterli, prenderne atto, imparare la lezione e riproporsi di non rifare quegli stessi sbagli. Questo è costruttivo.

    Il senso di colpa è invece distruttivo, perché non ha la funzione di non farti sbagliare più, ma solo quella di punirti in eterno per uno o più errori, incastrandoti in un circolo vizioso da cui puoi uscire solo rompendo lo schema.

    Bisogna prendere consapevolezza di questo meccanismo perverso e dire “basta!”, rifiutandosi di soffrire per un qualcosa che è reale solo dentro la nostra testa, un episodio del passato, che è andato e che non esiste più.

    Per dominare i sensi di colpa bisogna quindi imparare a dominare la nostra mente, facendola lavorare per noi e non contro di noi, non solo con la consapevolezza, ma anche imparando attraverso la meditazione.

    Liberarti dai sensi di colpa è uno dei più bei regali che ti possa fare. Smettendo di torturarti, smetti anche di sminuirti, di abbassare la percezione del tuo valore, ma anche di indebolire il tuo sistema immunitario, la tua salute, il tuo buon umore e così via.

    Insomma, è un investimento sul tuo benessere! Perché tutta quella negatività, quel continuo abbassare le proprie vibrazioni, prima o poi, può trasformarsi in problemi di salute.

    Gli errori possono trasformarsi in qualcosa di positivo, aiutandoci ad imparare e a crescere, i sensi di colpa, invece, non portano mai nulla di buono.

    In bocca al lupo, per tutto quello che ti sta a cuore,

  3. barry on July 30th, 2014

    .

    ñïàñèáî!!…

Leave a Reply